I sogni son desideri

…di felicità! Però a differenza di quanto canta Cenerentola con i topini, non è detto che si debba aspettare che la sorte ci sorrida per poterli vedere realizzati.

Ognuno di noi ha certamente dei sogni, dei desideri, qualcosa che vorrebbe fare, sogni grandi e piccoli, hanno tutti la stessa dignità. Quante volte abbiamo detto o pensato “mi piacerebbe tanto…”?

Io per prima, ho una lista di cose che vorrei fare, vedere, imparare…cose banali alcune, altre meno. Però finché continuiamo a dire vorrei vorrei e aspettiamo che quello che desideriamo piova dal cielo: non accadrà mai. Possiamo invece darci una mossa, e iniziare a provare a realizzare questi sogni.

Una persona che io ammiro molto in questo senso è Veronica Benini, alias Spora, il cui motto è:

se non ci provi, non lo scoprirai mai

E questo dovremmo stamparcelo tutti ben in grande e leggerlo ogni mattina quando ci alziamo. Ed è vero, e vale per qualsiasi cosa, da quelle più banali a quelle più importanti.

Nelle ultime settimane ho iniziato a mettere su carta tutti i miei desideri. I più stupidi, i più fantasiosi, quelli seri e importanti…e ho visto la differenza. Quanto più vicini sembrano quei sogni, quanto più realizzabili.

Cosa possiamo fare per vederli realizzati? Iniziare a piccoli passi la strada verso il nostro obiettivo: ogni traguardo avrà necessariamente delle azioni che dobbiamo compiere prima di realizzarlo. La priorità dovete assegnarla voi, non è detto che la realizzazione di un sogno sia in conflitto con altri: potrei volermi comprare una borsa di Hermés e contemporaneamente perdere 20 kg. Anzi, potrebbero diventare una combo formidabile, perché una volta che avrò perso i 20 kg la borsa di Hermés potrebbe essere una gratificazione ulteriore.

Iniziate a pensare cosa dovete fare per raggiungere il vostro obiettivo, identificando dei piccoli passi: rimaniamo sul banale, se voglio comprarmi la borsa avrò bisogno di mettere da parte dei soldi. Per farlo potrei iniziare a vedere se ci sono delle voci di spesa superflue che posso tagliare in virtù di un desiderio più grande, o iniziare a mettere da parte ogni mese una piccola somma, rinunciando a qualcosa. O trovare un’altra occupazione che mi permetta di guadagnare di più.

Vorresti tanto imparare il cinese? Non è facile, è vero, ma non è impossibile. Inizia a cercare un corso di lingua, informati sui costi, sugli insegnanti, fai la prima lezione. Poi magari ti accorgi che il cinese non ti piace nemmeno.

Insomma, la strada dovete sceglierla voi, ma sarà comunque fatta di piccoli gradini che alla fine porteranno alla vetta.
I miei sogni? Ve ne dico solo uno, fare il giro del mondo.

E voi? State già percorrendo la strada verso la realizzazione dei vostri sogni?
A presto!

(Questo post nasce dall’ispirazione di un articolo della Spora).

ps. Iscriviti alla newsletter! Le novità in anteprima e un po’ di chiacchere 😉

Annunci