Recensione in cucina: Easiyo

Me l’avevate chiesto in tanti anche tra i commenti sul post dedicato allo yogurt e finalmente ho trovato il tempo per scrivervi questa recensione. Mi scuso per il ritardo ma se mi seguite, sapete che l’ultimo mese è stato un po’ caotico…e lo yogurt era l’ultimo dei miei pensieri.

Eccomi quindi a raccontarvi la mia esperienza con Easiyo. Per chi non lo conoscesse (non sono tutti QVC-dipendenti come me), è una marca neozelandese di yogurt. In Italia è venduto tramite QVC, generalmente in pacchi da 3 chili l’uno, confezionati singolarmente (una scatola contiene 3 sacchetti da 1 chilo di gusti omogenei).

Sacchetti appunto. Lo yogurt arriva a casa vostra in forma di polvere, è quindi una miscela disidratata di latte neozelandese, dolcificante derivato dalla stevia, fermenti lattici e aromi e coloranti naturali.

I fermenti lattici sono “ibernati” e vengono “risvegliati” sono nel momento in cui preparerete lo yogurt. Questo vi garantirà un contenuto in fermenti lattici maggiore di quello che potreste trovare in uno yogurt pronto, comprato al supermercato.
Insieme alle buste di yogurt è necessario acquistare la yogurtiera di Easiyo, che consiste di un thermos, perché altro non è che un thermos, al cui interno si inserisce un supporto in plastica su cui si appoggia il barattolo contentente lo yogurt.

Quindi cosa serve per fare lo yogurt con Easiyo?

  • 1 busta di yogurt
  • Yogurtiera Easiyo con il suo barattolo
  • Acqua a temperatura ambiente (20°), circa 1 litro
  • Acqua bollente (100°C), circa 2 litri

Si scioglie la polvere di yogurt nel barattolo in acqua a temperatura ambiente, si riempie la yogurtiera di acqua bollente fino al segno indicato internamente, si inserisce il barattolo, si chiude e si lascia “meditare” per 8-12 ore.

Qui potete vedere M. all’opera…è lui l’addetto alla produzione di yogurt in casa!

Quante risate ad editare questo video…

Come potete vedere la yogurtiera non ha una presa di corrente, ma semplicemente mantiene il calore dato dall’acqua bollente, che attiverà i fermenti lattici che trasformeranno il latte in polvere reidratato in yogurt.
La particolarità di questo yogurt, oltre ai numerosi gusti disponibili, uno più buono dell’altro, è la consistenza. Si ottiene uno yogurt molto denso e non troppo dolce, che durerà anche due settimane in frigo (noi lo finiamo prima…)

Fin qui sono dati oggettivi. Ora passiamo alla recensione.
Io l’ho conosciuto quando mia suocera ha comprato a M. la yogurtiera quando è venuto a vivere a Verona da solo. L’ho assaggiato e mi è piaciuto (tranne il gusto limone che tuttora non mi piace, mentre invece è il preferito di M.). Poi è diventato pian piano parte integrante della nostra alimentazione. Abbiamo preso un altro barattolo per poter fare nuovamente lo yogurt senza dover aspettare di aver terminato quello precedente. In questo modo non rimaniamo mai senza.

I miei gusti preferiti sono greco e cocco, crema pasticcera e ananas e cocco. Potrei mangiarne un chilo da sola. Nonostante i gusti siano molto goduriosi, le calorie non sono eccessive, circa 100 kcal/100 g. Spesso lo uso al posto del dolce, quando proprio voglio qualcosa di buono senza avere sensi di colpa.
Il costo è leggermente più alto rispetto ad uno yogurt non di marca comprato al supermercato e probabilmente se ne mangia un po’ di più di un vasetto quando si porziona. Il prezzo varia a seconda dei gusti e delle combinazioni delle offerte, vi rimando al sito di QVC per i dettagli, non voglio darvi dei numeri completamente sbagliati.

C’è chi dice che la tipologia di fermenti contenuti aiuti maggiormente il transito intestinale. Io non faccio testo perché non ho mai avuto di questi problemi, quindi non mi esprimo 😉 ma lo sento dire da molte persone.
Il vantaggio, a mio avviso, è la possibilità di fare in modo semplice lo yogurt in casa, senza il rischio che il latte non fermenti bene o altro. A noi è sempre riuscito. Abbiamo anche provato ad usare questa yogurtiera con il latte uht e i fermenti presi in farmacia. Si riesce lo stesso, lo yogurt è più liquido e i gusti che abbiamo provato a fare sono stati solo bianco e caffè. Decisamente preferiamo l’originale, anche se il costo è nettamente maggiore per chilo di yogurt.

Se l’avete provato lasciatemi il vostro parere e il vostro gusto preferito…e se avete dubbi o domande, non esitate a chiedere! Farò il possibile per rispondervi.

A presto!

Aggiornamento: clicca qui per vedere le risposte alle domande più frequenti su Easiyo.

wildberry

Annunci