5 mesi di bambiniadi – #mommydays

Che vergogna, sono passati più di 5 mesi e ancora non vi ho raccontato alcun aneddoto della mia vita da mamma.

Presto, rimediamo!

Dunque, da dove cominciare? Tralasciamo le prime due settimane, di cui mi ricordo solo pasti a orari random, come pranzi alle 15 e cene alle 18, a letto alle 20 se la piccola dormiva per poi svegliarsi alle 23…ma si sa, o meglio, lo si ignora perché “tanto poi passa…”.

E così ci si ritrova la notte, alle 3 a sentire i vicini che rientrano dalle loro serate, mentre tu stai sfamando la prole. E ti senti improvvisamente vecchia, anche se la prima cifra dei tuoi anni è ancora un 2.

Salvo poi ringiovanire quando per strada ti fermano e chiedono “ma è figlia sua???” In effetti non ci somigliamo per niente, M. dice che nostra figlia sia nata da me per gemmazione. Anzi no, secondo una cara vecchina al mare, del papà ha proprio la nuca. Cosa avrà voluto dire?!?

Ma la vera costante degli ultimi 5 mesi sono state le domande, anzi, la domanda delle domande: “ma è un maschietto?” Nonostante tutti i miei sforzi, anche quando era vestita di rosa, c’è stato chi alla risposta “no è una femmina” ha avuto il coraggio di ribattere “no perché ha proprio la faccia da maschietto!”.

Ma che è???? In effetti dopo un migliaio di pannolini forse non ho ancora capito se mia figlia è una femmina.

Grazie per la fiducia accordataci e arrivederci!

Annunci