Organizzazione: l’angolo lavanderia

Negli ultimi due anni (quasi) vi ho mostrato molti angoli della mia casa in post dedicati all’organizzazione. E voi pensate che io abbia una casa perfettamente organizzata.

Vi dico solo che M. si sta rotolando dalle risate, io invece sogghigno.

Ovvio che vi ho mostrato angoli che sono stati organizzati, in ordine e non nel caos primordiale. Non sono così polla.

Un angolo ancora inesplorato – proprio perché vi regnava il caos primordiale – è quello della zona lavanderia. Anche perché io non ho una lavanderia a casa, ma un mobile (pure bruttino) con vari ripiani, di fianco alla lavatrice in bagno.
Se mai decideremo di rimanere in questa casa ancora a lungo credo che ne comprerò un altro, perché questo proprio non mi piace.

I ripiani che ci interessano in questo mobile sono due, quello di mezzo e quello sul fondo.

In quello di mezzo sono posizionati tutti i prodotti dedicati al bucato e alla lavatrice: io sono un po’ fissata con i detersivi per il bucato e ne uso tre diversi per bianchi, colorati e delicati. Poi l’ammorbidente, lo smacchiatore, l’anticalcare, l’igienizzante e le salviette acchiappacolore. A mio discapito posso dire che uso dosi di detersivo omeopatiche.

lavanderia1

Il ripiano dedicato al bucato con detersivi, varie ed eventuali

E nei commenti non scrivetemi che posso sostituire anticalcare e ammorbidente con l’aceto perché io non sopporto l’odore dell’aceto. Cerco di tenere i barattoli piccoli davanti e dietro i flaconi più grandi. Non mi piacciono le confezioni di cartone dell’anticalcare e dell’igienizzante in polvere e quindi riciclo vecchi contenitori in plastica, sia per comodità di dosaggio, sia perché il prodotto non prende umidità e non si impacca. Ovviamente meglio scrivere su ogni barattolo cosa contiene!

Nel ripiano inferiore invece tengo tutto ciò che serve per la pulizia della casa – cucina esclusa. Nel tempo ho ridotto molto la quantità di flaconi presenti e sto cercando di utilizzare prodotti multiuso. Uno su tutti il BioMaster: è una pasta bianca che va usata con una spugna bagnata e poi risciacquata. Sgrassa, pulisce, lucida tutto molto velocemente e sopratutto non contiene prodotti nocivi. Mi piace!

lavanderia2

E qui tutti i prodotti per la pulizia della casa (bagno, pavimenti, vetri ecc…)

In un vasetto tutte le spugne e i panni che utilizziamo per il bagno, poi i vari detergenti, sempre cercando di avere davanti quelli in confezioni più piccole per evitare di non vederli e pensare che siano finiti. Sul fondo quelli di uso meno frequente, come un detergente molto strong che non uso da una vita, lo sturascarichi ecc…

Come vedete non è che ci sia tutta questa scienza di organizzazione, ma il consiglio principale che mi sento di darvi è di tenere tutto vicino a dove vi serve, così da velocizzare le operazioni di pulizia, e magari riunire i pezzi più piccoli all’interno di contenitori di plastica per non perderli in giro.

Se vi chiedete cosa ci sia sul ripiano superiore del mobile: beh, phon e piastra per i capelli 🙂

Qualche altro consiglio su come organizzare la zona lavanderia? Lasciatelo qui sotto nei commenti!
A presto!

Annunci