Liebster Award (un anno dopo!)

Buongiorno a tutti e buon 25 aprile! Mentre passeggio per le strade di Roma approfittando di questo lungo weekend vi propongo un post in cui sono stata taggata da Laura di Racconti dal Passato.

Già l’anno scorso ero stata taggata in un Liebster Award e vi lascio qui il link se ve lo siete perso e volete rileggere le mie risposte…

Purtroppo io con i tag non vado molto d’accordo, non ci sto dietro…perdonatemi se rispondo raramente! Ho deciso di rispondere a questo tag per farvi conoscere Laura e i suoi libri. Trovate tutti i link qui di seguito tra le domande.

1.Come hai scoperto il mio blog

Non me lo ricordo sinceramente, ormai ti seguo da più di un anno e ricordo che la prima cosa che mi ha stupita è stato trovare qualcuno che come me ha un debole per l’epoca vittoriana.

2. Preferisci gli articoli sull’epoca vittoriana oppure quelli personali?

Mi piacciono entrambi in realtà. Ho amato tantissimo il romanzo a puntate su Lady Jessica e come sai sto aspettando il seguito.

3. Come mai hai deciso di seguirmi?

Mi piace il tuo modo di scrivere, è magnetico…e non si può farne a meno!

4. Se hai letto il mio libro raccontami la cosa che ti è piaciuta di più, il personaggio preferito e la cosa che ti è piaciuta meno.

Tra tutti i personaggi de Le Cronistorie degli Elementi il mio personaggio preferito è Buonia. La sua storia mi ricorda molto i personaggi tipici dei romanzi vittoriani, le scalate sociali di Dickens o di Verga… Cosa mi è piaciuto di più? Le descrizioni, il livello di dettaglio con cui sono descritti luoghi e personaggi è incredibile, sembra di vederli. Cosa mi è piaciuto di meno? La trama in sé a volte risulta un po’ scontata, ma viene nascosta dall’abilità nella scrittura.

5. Un sogno deve essere facilmente realizzabile per dedicargli del tempo o può anche essere qualcosa di più difficile?

Un sogno deve essere a mio avviso qualcosa per cui si debba lavorare a lungo prima di realizzarlo. Se fosse facile da realizzare non darebbe nemmeno soddisfazione.

6. Raccontami la cosa per cui ti sei impegnato di più durante lo scorso anno.

Bella questa domanda. Lo scorso anno è stato caratterizzato da momenti particolari, cambiamenti e decisioni importanti. Diciamo che è stato l’anno in cui mi sono impegnata a risparmiare, sia sul fronte economico, ma anche grazie al metodo di Marie Kondo.

7. Un desiderio inespresso e un desiderio realizzato.

Se con inespresso si intende non realizzato direi riuscire a conciliare il lavoro con la vita privata in modo più efficace di quello attuale. Un desiderio realizzato: il viaggio in Messico.

8. Meglio viaggiare o comprarsi un oggetto?

Questa domanda l’hai scritta per me vero? Io sono quella che se mi porti da Sephora potrei comprare tutto il negozio e che se se mi porti in aeroporto vado al primo banco del check in senza nemmeno guardare la destinazione. Ma se devo scegliere, viaggiare, viaggiare tutta la vita.

9. Fantasia: Solo con l’ausilio dei libri o a briglia sciolta? 

A briglia sciolta…decisamente.

10. Una città dove vorresti vivere o almeno passarci un lungo periodo.

Vorrei vivere…in una città che fosse la stessa in cui io e M. lavoriamo, invece che tre diverse. In assoluto, mi piacerebbe Parigi, ma anche Siviglia.

11. Una cosa che vorresti saper fare e non hai ancora imparato.

Vorrei imparare il russo. Avevo iniziato qualche anno fa, ora mi ricordo solo come si legge…ma non è detto che ne capisca il significato!

Ecco qui, ce l’ho fatta…Vi auguro una buona giornata e ci vediamo domani con un nuovo post!

Se ti piacciono i miei post, vota il blog cliccando sul banner qui sotto!
classifiche
Annunci