Skin care routine aggiornata!

Il primissimo post pubblicato su ideepensharing trattava proprio la mia beauty routine del mattino. Il tempo è passato e sono cambiate anche le necessità della mia pelle che è tornata indietro di 10 anni, quando i brufoli e le impurità erano il mio cruccio più grande. La carta d’identità però segna sempre gli stessi anni…perché?

Alcuni gesti e prodotti sono rimasti gli stessi o sono comunque simili, altri invece sono stati completamente cambiati con prodotti diversi per funzionalità.

Vi parlo della routine della sera, perché è quella più completa e alla quale dedico più tempo.

La prima cosa che è cambiata è il metodo con cui mi strucco: prima usavo sempre il latte detergente, acquistato o autoprodotto, lo applicavo sul viso e massaggiavo con le dita. Mi aiutava a rimuovere anche il trucco occhi e scioglieva ogni tipo di mascara, anche il più ostinato. Oggi sto usando l’acqua micellare, meno pesante sul viso, e più adatta alla mia pelle molto propensa ad essere impura. Tra i prodotti low cost mi sta piacendo tanto l’acqua micellare tutto in 1 di Garnier per pelli sensibili. Strucca bene gli occhi e massaggiando delicatamente le ciglia riesce a rimuovere anche il mascara senza lasciare tracce. Di solito uso un dischetto per ogni occhio e con il retro di ognuno rimuovo il trucco dal viso.

Mousse detergente Kiko - Clarisonic Mia 2 - Acqua micellare Garnier

Mousse detergente Kiko – Clarisonic Mia 2 – Acqua micellare Garnier

Poi è la volta del mio fidato Clarisonic Mia2, sto usando la testina Deep Pore in abbinata alla Cleansing Foam di Kiko. È un detergente molto delicato in forma liquida che diventa una morbida schiuma al momento dell’erogazione, della famiglia dei saponi-non-saponi. In questo modo vado a rimuovere completamente ogni traccia di make up, smog e quant’altro dal viso senza aggredire troppo la pelle che di per sé è già molto stressata.

Sul viso asciutto arriva il primo prodotto trattante per una pelle fastidiosamente mista e impura come la mia. Ho scelto un tonico di Avéne, astringente e opacizzante, con un leggero contenuto di acido salicilico. Ho voluto seguire il consiglio di Cristina, meglio nota come L’Estetista Cinica, che in un suo video su Facebook consigliava a chi aveva una pelle come la mia di prevenire la formazione di brufoli e punti neri con una continua ma delicata esfoliazione, anche grazie ad un tonico. Prima o poi proverò anche i suoi prodotti, uno su tutti, la Luce Liquida! Tampono il tonico su tutto il viso con un dischetto e vi devo dire che ho notato i pori meno dilatati, meno punti neri, una grana più fine.

Cleanance MAT

Cleanance MAT

Questo è il momento di idratare il contorno occhi – dove assolutamente non passo il tonico! – per ora sto usando un buon idratante che mi aiuti anche a sgonfiare e migliorare le occhiaie scure che mi ritrovo. Sto usando l’Absolute Eye Complex di Alpha H con cui mi trovo molto bene, ha un buon effetto tensore immediato e contemporaneamente ha un effetto trattante sul lungo periodo anche sui segni scuri.

idratazione

Sempre seguendo le dritte dell’Estetista Cinica ho smesso di usare la crema notte per il viso, ma applico semplicemente una crema idratante leggera. Al momento sto alternando vari prodotti: una crema idratante all’uva e tè bianco di Alterra, che non mi fa impazzire, e la crema alla mela cotogna di Dr. Hauschka. Se invece la pelle “non chiede cibo” non applico nulla. Da quando ho bandito la crema notte dal mio armadietto non ho notato sofferenze da parte del mio viso, anzi!

Se, come spesso capita ahimè, c’è qualche brufolo di entità rilevante (leggi vulcano attivo) applico un trattamento locale di Vichy Normaderm, Hyalu spot, un gel che asciugandosi crea un film protettivo al di sotto del quale il principio attivo del trattamento va a sfiammare e a ridurre progressivamente il brufolo. Uso questo prodotto solo la sera perché la pellicola rimarrebbe visibile sotto il trucco la mattina. Non applico mai questo trattamento per più di due-tre volte sullo stesso brufolo, altrimenti la pelle circostante si seccherebbe troppo. Mi piace perché funziona, si sente un lieve pizzicorio quando inizia ad agire e bisogna solo resistere alla tentazione di grattarsi 😉

Questi due prodotti sono state due vere rivelazioni!

Questi due prodotti sono state due vere rivelazioni!

Quello che non manca mai è il burrocacao, anche questo di Alterra, più morbido di quello che realizzo io a casa, ma ugualmente funzionale per idratare le labbra.

Da circa un mese sto usando un trattamento all’acido glicolico, Liquid Gold di Alpha H, ma ve ne parlerò tra qualche settimana in una recensione specifica perché voglio valutarne bene gli effetti. Usandolo a giorni alterni, la mia routine classica si ferma alla fase di detersione…ma vi racconterò!

Nonostante il mio armadietto sia sempre pieno zeppo di prodotti (in realtà è l’armadietto piccolo, non il gran numero di prodotti!) ne uso pochi per volta, anche per cercare di capire cosa funziona su di me e cosa no. Sono curiosa di sapere se anche voi usate qualcuno di questi prodotti o se avete qualche prodotto che non può mancare nella vostra routine di bellezza serale.

A presto!

Ti piacciono i post dedicati al tema beauty? Vota il blog cliccando sul banner qui sotto!
classifiche
Annunci