Crema solare delle mie brame…

…chi è la più protetta del reame?

Ciao a tutti!
Avrei dovuto scrivere questo post qualche settimana fa, ma complici i molti impegni, il caldo e i vlog del viaggio in Polonia da editare non ce l’ho fatta…a proposito, li avete già visti? Se vi fossero sfuggiti…eccoli qui!

Estate e sole vanno a braccetto con la parola “protezione“, almeno per me. Da circa 4 anni sono molto più attenta a proteggermi dal sole non solo per non scottarmi, ma soprattutto per limitare l’invecchiamento cutaneo e danni permanenti a lungo andare…oltre al fattore estetico è molto importante salvaguardare la propria salute!

Cosa ha fatto scattare in me questa molla salutistica? Ho osservato come chi si esponeva frequentemente al sole o a lampade abbronzanti senza la benché minima preoccupazione per la protezione della pelle, sebbene giovane, avesse il viso molto segnato dalle rughe…mentre mia mamma invece, che non ama prendere il sole per via della sua carnagione molto chiara, che si è sempre protetta con attenzione, ha una pelle molto più giovane e bella, nonostante la differenza di età. Diciamo quindi che mi è venuta un po‘ la fissa…

Un episodio che vi voglio raccontare è di come la pelle, anche se scura, abbronzata ecc…possa rimanere segnata dopo un’esposizione senza protezione solare: 3 anni fa, durante una giornata al mare, mi sono scottata sulle gambe. Ero appena uscita dall’acqua e mi ero sdraiata al sole per asciugarmi. Il cielo era parzialmente coperto e non sentivo il sole scottare…mi sono addormentata e al mio risveglio avevo due peperoni al posto delle gambe. Vi dico solo che su una delle due ho ancora una macchia scura che fatica ad andarsene…Vi ho convinto sull’importanza della protezione? Spero di sì…

Quali prodotti sto usando e quali sono i miei preferiti quindi?
Per il viso sto usando con molta soddisfazione la crema solare specifica per il viso di Ultrasun spf 30, con azione antiage. Mi piace il dosatore airless e la consistenza. Nonostante sia una protezione alta non risulta pesante sul viso e la uso anche sotto il trucco. Può sembrare molto bianca quando la spalmate ma si assorbe in fretta…L’anno scorso avevo usato anche quella della linea classica per il viso Ultrasun, sempre con spf 30. Promosse entrambe!

Per il corpo invece ho iniziato ad usare quest’anno la crema solare di Hawaiian Tropic con spf 30. L’ho ricevuta in omaggio partecipando come tester su trnd, insieme ad una confezione di doposole. La crema solare è formulata con una particolare attenzione all’idratazione, anche dal nome “Silk Hydration” si può capire che l’obiettivo è quello di proteggere mantenendo la pelle morbida e idratata. Obiettivo centrato direi, almeno secondo me. La crema di assorbe bene e idrata senza lasciare la pelle unta. La confezione trasparente che lascia intravedere la doppia colorazione “a nastro” della crema è molto chic 😉 se vi piace il profumo di cocco e di frutta esotica, è meravigliosa!solari
Tra le altre creme utilizzate negli ultimi anni c’è stata la comunissima Nivea sun spf 30, una discreta crema solare, facilmente reperibile. Invece, tanto mi è piaciuta la protezione viso di Ultrasun, tanto vi sconsiglio la linea Family della stessa marca. L’anno scorso l’abbiamo utilizzata al mare ma non è piaciuta né a me, né a M. Durante l’applicazione infatti rilasciava sulla pelle delle fastidiose pellicine bianche…bocciatissima. Peccato perché la formulazione precedente era molto più performante, durava nel tempo, era resistente all’acqua e proteggeva bene.

Dall’anno scorso ho un’ulteriore paranoia, le cicatrici. L’estate scorsa erano belle fresche e quindi dovevo evitare di prendere il sole per sperare che diventassero sempre meno visibili. Per proteggermi al mare avevo acquistato la crema solare di Avène per zone sensibili spf 50+, indicata per cicatrici recenti. Esteticamente non è il massimo perché è molto densa e bianca, ma chissene, e infatti i segni nel tempo si sono attenuati e non hanno risentito troppo del sole estivo. Al di là del prodotto e della marca, utilizzate sempre un solare ad altissimo fattore di protezione per le cicatrici, meno sole prendono più in fretta si mimetizzano.
Anche le labbra vanno protette, e dato che non amo i burricacao che fanno le labbra bianco cadavere, uso lo stick labbra di Ultrasun spf 30. Applicato sulle labbra le lascia morbide, leggermente lucide e idrata bene. Dura una vita e dato che è incolore si può usare anche in città e non solo in spiaggia.

Come doposole mi ha deluso quello ricevuto da Hawaiian Tropic, non mi è piaciuto e farò fatica a finirlo. La consistenza è una via di mezzo tra una crema e un gel e questo fa sì che abbia la capacità idratante di una crema ma la rapidità di assorbimento di un gel e quindi non si riesce a spalmare bene sulla pelle…sembra che si “fermi” lì dove l’hai messo e non si distribuisca bene. Peccato perché il colore e il profumo sono molto gradevoli e dona freschezza alla pelle…doposole

Io credo che continuerò ad usare il gel alla rosa&argan di SBC e un latte idratante di Bottega Verde. Negli anni ho provato diversi prodotti doposole, ma nessuno mi ha entusiasmato particolarmente.

aloe

In caso di scottature o eritemi invece vi consiglio di applicare generosamente un buon gel d’aloe, fa miracoli!

Mi dispiace non aver proposto nessun prodotto con inci buono, ma le poche esperienze che ho avuto con quel tipo di prodotti non mi hanno fatto proseguire su quella strada…attendo consigli da parte vostra!

A presto!

Photography by ideepensharing

Hai già votato il blog? Clicca sul banner qui sotto!

classifiche

Annunci