Organizzazione: la mia dispensa

Da quando mi sono trasferita nella casa nuova ho avuto modo di sfruttare un locale che in tutta la mia vita non ho mai avuto: la dispensa.
In cucina infatti, nonostante sia abbastanza spaziosa, non ci sono pensili a sufficienza per riporre le scorte alimentari perché lo spazio di un paio di pensili è occupato da una finestra.

La proprietaria quindi ha ricavato un piccolo stanzino, con luce e porta scorrevole adibito a dispensa. Io lo trovo meraviglioso per vari motivi:

  • il cibo non subisce sbalzi di calore o umidità che si generano quando si cucina
  • è sempre riposto al buio, come viene raccomandato sulla maggior parte delle confezioni
  • ho tutto in un unico posto e non devo aprire mille sportelli per recuperare ciò che mi serve.

La dispensa è “arredata” con 6 mensole molto spaziose, di cui per ora ne sfrutto solo 5 perché l’ultima è troppo in alto e non vedo neanche con lo sgabello cosa potrebbe esserci sopra.
La prima cosa che ho voluto comprare quando siamo andati all’Ikea a maggio sono stati vari contenitori della serie Variera in plastica bianca con due manici. Questo perché ho voluto organizzare tutto il contenuto della dispensa per tipologia di prodotto e disporlo in modo tale da rendere facile anche le operazioni di pulizia. Senza i contenitori infatti avrei dovuto svuotare pacchetto per pacchetto tutta la dispensa, sprecando molto tempo.
IMG_4444_m
Dato che lo stanzino non è molto spazioso diventa difficile fare delle foto, per cui vi schematizzo l’organizzazione che ho voluto creare:organizzare la dispensaQuesto sistema rende molto più veloci le operazioni di riordino, per esempio quando facciamo colazione tiriamo fuori tutta la vaschetta della colazione, così ognuno può scegliere ciò che preferisce, e a colazione terminata basta riporre la vaschetta in dispensa senza fare tanti giri con mille barattoli. Lo stesso vale quando preparo un dolce o la pizza in casa, prelevo tutta la vaschetta dalla dispensa, utilizzo i prodotti che mi servono e poi ripongo in una sola volta tutti gli ingredienti. In questo modo non rischio di dimenticare un pacco di farina aperto in fondo allo scaffale e aprirne un altro ecc…

Io lo trovo un buon metodo, che oltre ad essere pratico, rende la dispensa un ambiente ordinato.
Se non vedete sale/olio e condimenti vari, né il tè di cui dispongo a quintali è perché li conservo nei pensili della cucina, dato che sono di frequente utilizzo. Con calma vi mostrerò anche quelli se vi può interessare…

Voi come organizzate la vostra dispensa? Avete qualche suggerimento?

A presto!

Annunci