#ingredientedelmese – Aprile

cioccolato-fondenteLa scelta del mese di aprile è stata difficile…sia perché iniziano ad esserci frutta e verdura “nuova” sia perché se penso a questo mese non mi viene in mente frutta/verdura…ma cioccolato. Ho bisogno di sostegno questo mese…
E quindi, cioccolato sia.

Fondente ovviamente, con una buona percentuale di cacao, diciamo intorno al 65-70%.
Brava Elena, e ora? Inventati qualcosa per convincere te stessa e gli altri che il cioccolato fa bene…ehm…ehm…dunque!

Riza mi viene in aiuto e mi racconta che:

È ricco di flavonoidi rassodanti: le sostanze antiossidanti presenti nel cacao hanno un’azione antiage e rigenerano il metabolismo dei tessuti.
Migliora la circolazione: i polifenoli presenti nel cacao contrastano la formazione di grassi nel sangue, con un effetto fluidificante.
Attiva la serotonina: basta un quadratino di cioccolato per innescare una sensazione di benessere che fa dimenticare il desiderio di cibo. Dato che il cioccolato è anche fonte di piacere, induce il cervello a produrre endorfine, sostanze che danno euforia e riducono lo stress.
Ha una funzione stimolante: Anche se in quantità ridotte rispetto al tè o al caffè, cacao e cioccolato contengono teobromina e caffeina, sostanze ad azione stimolante.

Vi sembra sufficiente a giustificare un piccolo peccato di gola? A me sì…

Oltre che gustarlo in purezza, (un quadratino di solito da 10 g circa, apporta circa 50-55 kcal ed è un piacere che ci si può concedere anche la sera dopo cena), vi voglio suggerire alcuni impieghi del cioccolato che non risultano troppo calorici:

  • con Yonanas maker (un frullatore apposito per tritare frutta congelata e preparare dell’ottimo gelato con solo frutta), frullare frutta a piacere precedentemente congelata e aggiungere nell’apparecchio un quadratino di cioccolato a pezzi grossolani. Otterrete un’ottima stracciatella di frutta, molto gustosa e poco calorica. Per questo io vi consiglio di usare del cioccolato con elevate percentuali di cacao, almeno 70%.
  • Sciogliendo un po’ di cioccolato a bagnomaria e aggiungendo un po’ per volta qualche cucchiaio di acqua, otterrete una “crema” con cui potrete ricorpire le pareti di coppette o bicchieri in cui servire macedonie, gelati o puree di frutta (mia suocera lo fa con i cachi frullati…). Versatela nelle coppette, fatele roteare per distribuire la crema e fatela rapprendere il frigorifero.
  • L’ultima ricetta che vi lascio è di Piatticoitacchi, muffin vegani al cioccolato e nocciole. Sono buonissimi, facili e veloci da fare. E da mangiare, provateli!

Qual è stato il vostro #ingredientedelmese? Altri usi “spicci” del cioccolato?

A presto!

Annunci